Al posto dell’iconica insegna Grand Hotel Via Veneto ci sarà il nome della catena giapponese Nobu, che sbarcherà così in Italia nell’ospitalità di lusso dopo essersi affermata nell’alta ristorazione. Resterà il fascino della Dolce Vita anche grazie a diverse iniziative nel salotto della capitale. Nobu aprirà nella prossima primavera dopo una completa ristrutturazione finanziata dalla società di gestione del risparmio Castello sgr del gruppo Anima con un investimento di 135 milioni. L’operazione avviene attraverso  il fondo di credito di nuova costituzione Lithium, sponsorizzato da fondi gestiti da Oaktree Capital Management con la consulenza di Rothschild & Co come advisor di Gran Hotel Via Veneto.

La storica struttura sarà totalmente rinnovata con 122 camere e suite e numerose facilita, fra cui, ovviamente, il ristorante Nobu, un lounge bar sul roof-top, spazi meeting, una city spa con fitness center e un club lounge.

Come evidenziato in sede di lancio del progetto da Trevor Horwell, ceo di Nobu Hospitality Group e da Carlo Acampora, chairman e ceo di Grand Hotel Via Veneto, «questa iniziativa darà vita al primo Luxury Lifestyle hotel in Italia a marchio Nobu, nonché al primo ristorante Nobu nella Città Eterna, dove nel maestoso edificio risalente al XIX secolo si fondono il contemporary luxury design e l’estetica giapponese». Nobu, famoso per i suoi raffinati ristoranti presenti in tutto il mondo (oggi sono 77), vanta già 41 alberghi e 12 residence.

Il Nobu Hotel Roma si trova nel cuore del quartiere della Dolce Vita, dove sono già presenti numerosi hotel di lusso e sono previste nuove aperture di luxury brand.

«Questo deal testimonia l’attrattività e lo spazio di crescita del mercato dell’hospitality di fascia alta nella Ccapitale, che è stata al centro di molte delle transazioni più rilevanti su scala nazionale negli ultimi due anni», commenta Giampiero Schiavo, amministratore delegato di Castello sgr.

Castello sgranata è una società di gestione del risparmio attiva nel mercato della promozione di strumenti di investimento alternativi, prevalentemente real estate. Dal luglio 2023 è parte del gruppo Anima, il più grande gruppo indipendente del risparmio gestito in Italia, con un patrimonio complessivo in gestione di circa 197 miliardi di euro e più di un milione di clienti.